Corso di fotografia per i bambini del Burkina Faso

Blog

Ouagadougou – Burkina Faso (marzo 2017)

L’esperienza di Tao Photo in Burkina Faso

 

Djicofé è uno dei quartiere di Ouagadougou, la capitale del Burkina Faso. Come molte altre città africane, Ouagadougou risente dell’urbanizzazione selvaggia che il governo locale non riesce a contrastare efficacemente. La popolazione cresce al ritmo del 10% annuo perché molti abbandonano i villaggi attratti dalle false luce della città e vanno ad ingrossare le folle degli emarginati. A Ouagà si contano 5 distretti che stanno rapidamente congiungendosi con i villaggi che un tempo erano staccati dalla capitale.  Uno di questi quartieri, Djicofè , una volta era un villaggio, ma oggi è stato inghiottito dalla città in continua espansione ed è diventato parte della enorme periferia che si estende oltre la città urbanizzata, dove non esiste lottizzazione e dove vivono tra tante difficoltà migliaia di persone in condizioni di estrema povertà, prive dei basilari servizi come strade, acqua, energia elettrica, illuminazione, fognature. Le piccole abitazioni in fango e lamiera, sorgono una accanto all’altra senza soluzione di continuità, facendone lo “slum” più grande e pericoloso di questo paese.

Sul quartiere di Djicofé si è concentrata da alcuni anni l’attenzione di “Nasara Onlus”, una associazione di volontariato che offre collaborazione alla popolazione del Burkina Faso attraverso il sostegno alla scolarizzazione dei ragazzi, la realizzazione di strutture sanitarie e di accoglienza, promuove la realizzazione di progetti che favoriscono l’emancipazione dalla povertà e colgono le esigenze dell’ambiente sociale e culturale a cui sono rivolti nell’ottica di una sempre maggiore autonomia locale.

Attraverso la collaborazione ed il sostegno di “Nasara Onlus”, Tao Photo ha avuto la possibilità di organizzare un breve corso di fotografia a Djicofé. Dodici ragazzi del quartiere, tra i 10 e i 12 anni, per almeno metà di fede mussulmana, ci hanno seguito in questa esperienza. Abbiamo fornito loro le nozioni base sulla fotografia e sul raccontare attraverso le immagini, e dopo aver distribuito le macchine fotografiche,  gli abbiamo assegnato un piccolo progetto fotografico incentrato sulla propria famiglia. Il coinvolgimento dell’intera comunità attorno a questa iniziativa ci ha stupito e riempito di gioia. Assieme ai ragazzi abbiamo visionato e commentato gli scatti realizzati (…ebbene si…li abbiamo costretti a fare Editing)  e le foto migliori sono state stampate e sono state oggetto di una mostra fotografica alla quale è stato invitato ed ha partecipato anche l’Imam di Djicofé.

Quando la fotografia riesce a rimuovere barriere culturali e religiose, ed essere utile magari a creare delle opportunità per dei ragazzi che vivono ai margini, non possiamo che esserne soddisfatti. Siamo orgogliosi di voi.

Un ringraziamento speciale a “Nasara Onlus”, ed in particolare ad Enrico che ha reso possibile tutto questo, e a Fabiano Meli compagno di questa avventura.

 

Di seguito la gallery con alcune delle foto realizzate dai ragazzi di Djicofé: