Workshop Fotografico: Sa Prima Essia

Workshop Fotografici
16-18 GENNAIO 2019 - SARDEGNA

Workshop Fotografico

“Sa Prima Essia”

Carnevale Barbaricino

con

Simone Tramonte e Marco Salvadori

 

La notte tra il 16 e il 17 gennaio si svolge “La Festa dei fuochi”, molto sentita in tutta la Sardegna. Questa costituisce, per gli aspetti mitico-rituali e per la sua funzione socializzante, un momento particolarmente suggestivo. In un connubio tra sacro e profano, i bagliori di grandi falò accesi illuminano la notte, riunendo la collettività nella piazza per rinnovare l’antico rito ancestrale dedicato a Sant’Antoni de su Fogu, patrono della pastorizia e dell’agricoltura, morto ultracentenario, secondo la tradizione, proprio il 17 di questo mese. Secondo la leggenda, S. Antonio discese all’inferno per trafugare, con astuzia, una scintilla incandescente, nascondendola nel suo bastone cavo, per donarla, sulla terra ghiacciata, agli uomini che ancora non conoscevano questo elemento.

Il legname viene, sapientemente accatastato fino a formare un’altissima piramide. All’imbrunire, in un’atmosfera avvolgente, il paese si raccoglie in piazza per l’accensione del falò. La tradizione vuole che i fedeli compiano tre giri in senso orario e tre in senso antiorario intorno al fuoco purificatore, benedetto dal parroco, per sciogliere un voto o per chiedere una grazia.

Inizia così il rito apotropaico pagano di probabile origine greca (si veda il mito di Prometeo) dedicato all’elemento “sacro” dell’Universo, associato al colore del sangue e al calore del corpo e quindi alla vita. La festa tra balli, canti tradizionali, buon vino e tipici dolci di sapa, segna l’inizio del Carnevale e quindi de “sa prima essia” (la prima uscita) delle caratteristiche maschere tradizionali isolane.

E’ una delle ricorrenze più attese dalla popolazione che da sempre vi partecipa in maniera spontanea e s’identifica nella ricchezza culturale e nel profondo senso di appartenenza alla propria cultura.

La Sardegna non cessa di stupirci per le sue tradizioni millenarie. Ancora oggi, esaminando attentamente lo svolgimento di alcune feste popolari, emergono riti ancestrali e suggestivi ricchi di fascino e mistero. È evidente quindi l’importanza che ebbero i misteri dionisiaci ed eleusini in una terra in cui la sopravvivenza fu sempre legata ai riti agrari per la fertilità dei campi.

L’obiettivo di questo workshop sarà entrare in questa dimensione, raccontando lo svolgersi di riti ancestrali che, nel loro ripetersi, trasformano l’ordinario in straordinario.
Il workshop sarà incentrato su come si racconta una storia o un’atmosfera, sulla base delle scelte e dei sentimenti di ciascun partecipante, lo scopo sarà, quindi, quello di creare una narrazione personale.

Il workshop è rivolto a chi ha una conoscenza fotografica di base e vuole vivere un’esperienza umana, per approfondire la propria ricerca e il proprio potenziale.

INFORMAZIONI GENERALI E COSTI

Costo del workshop: 380 EURO

Il costo del workshop include:

  • Alloggio per 2 notti con sistemazione in camera doppia (supplemento singola 30€ a notte)
  • Servizio transfer da/per l’aeroporto di Cagliari e trasferimenti tra location
  • Assistenza per la durata totale del viaggio

Il costo del workshop NON include:

  • Trasferimenti e pasti
  • Tutti gli extra e tutto ciò che non è specificato alla voce “Il costo del viaggio include”.

Partecipanti: Min 6 - Max 10

Termine ultimo per l’iscrizione: 20/12/2018

A chi si rivolge

L’obiettivo di questo workshop sarà entrare in questa dimensione, raccontando lo svolgersi di riti ancestrali che, nel loro ripetersi, trasformano l’ordinario in straordinario.

Il workshop sarà incentrato su come si racconta una storia o un’atmosfera, sulla base delle scelte e dei sentimenti di ciascun partecipante, lo scopo è quello di creare una narrazione personale. Il workshop è rivolto a chi ha una conoscenza fotografica di base e vuole vivere un’esperienza umana, per approfondire la propria ricerca e il proprio potenziale.

Programma

Durata: 3 giorni (16 -18 Gennaio 2019)

1° Giorno: 

  • Appuntamento all’Aeroporto Elmas di Cagliari alle ore 9.30
  • Trasferimento in Minivan per Ottana(NU). 
  • I partecipanti potranno iniziare a fotografare i preparativi del falò, la vestizione delle maschere.
  • Inizio della festa previsto nel pomeriggio per poi proseguire fino a sera inoltrata.

2° Giorno: 

  • Ore 8:30 colazione e mattinata dedicata all’editing
  • Partenza per la seconda sessione di shooting (Mamoiada) durante la quale i partecipanti potranno iniziare a fotografare i preparativi, la vestizione delle maschere e la classica sfilata lungo il tragitto segnato da vari falò. Dopo cena è prevista una ulteriore sessione di editing.

3° Giorno: 

  • Ore 8:30 colazione e giornata dedicata all’editing, alla stesura e alla finalizzazione dei progetti
  • Presentazione progetti
  • Trasferimento in Minivan per l’Aeroporto Elmas di Cagliari

Come arrivare

Volo consigliato per i partecipanti in partenza da Roma (Attualmente volo A/R circa 40€):

ANDATA: mercoledì 16 gennaio

Ryanair (FR4879)  08:20 Roma Ciampino - 09:30 Cagliari

RITORNO: venerdì 18 gennaio

Ryanair (FR4801)  21:40 Cagliari - 22:50 Roma Ciampino

Docenti / Accompagnatori

Simone Tramonte, è un fotografo documentarista, si occupa di tematiche contemporanee, sociali, ambientali e antropologiche, intraprendendo una carriera da freelance per concentrarsi su una combinazione di progetti personali a lungo termine e assignments.
Ha svolto reportage in tutto il mondo e i suoi lavori sono stati esposti a Roma (Fotoleggendo Festival 2012), Basilea (ArtBasel 2011), Parigi (Prix de la Photographie Paris 2014), Mosca (Moscow International Foto 2017) e a Tblisi (Kolga Tbilisi Photo).
Ha vinto numerosi premi e riconoscimenti internazionali, fra questi il 1° premio al Moscow International Fotography Awards 2017 con il lavoro “The Mystic Healers” realizzato recentemente in Burkina Faso, con la volontà di analizzare il rapporto profondo del continente africano con la medicina tradizionale, il 2° premio al International Photographer of the Year 2016 con un lavoro sul disastro ambientale del Lago Aral, e il 2° premio al Paris Photography Prize – PX3 nel 2017 con un lavoro sul burlesque e sulla riappropriazione della femminilità.
Le sue foto sono apparse in alcune pubblicazioni, tra cui Internazionale, National Geographic, Geo, Southeast Asia Globe, Indipendent, Sguardi, The Australian, The Guardian, The Telegraph.

Marco Salvadori, è un fotografo professionista, svolge la sua attività di fotografo e insegnante prevalentemente a Roma. 
Associato a “Officine Fotografiche Roma” da oltre 12 anni ha affiancato ai corsi di fotografia anche studi universitari. Come fotografo documentarista ha realizzato alcuni servizi di particolare interesse sociale e antropologico – Palermo (2009), Santiago de Compostela (2010) – Lampedusa (2012). Insegnante di fotografia dal 2012 presso diverse strutture romane. Nel 2016 ha vinto il 1° premio al Moscow International Fotography Awards con il lavoro "LookBook Empresa". (www.marcosalvadori.eu)

Galleria foto

Info & Prenotazioni